“megghiu nvidiati che picciati… ”

Cari amici, dovevo partire nel pomeriggio per Lampedusa. Io da solo. L’aeroporto di Palermo chiuso per violenti temporali. Andrò a Lampedusa domenica. Nessuna esibizione. Soltanto stringere la mano a chi opera nei soccorsi, ai pescatori che rischiano la vita sempre quando sfidano il mare, alla gente che vive questa disperata vicenda, alla Sindaco che merita un abbraccio. Barroso, Enrico Letta, Alfano, la Boldrini rappresentano la ufficialità. La gente dell’isola ringrazia ma ha bisogno di altro. Cresce il numero delle adesioni a questo blog. Si avvicina il giorno della presentazione ufficiale all’opinione pubblica del movimento – il nostro movimento – che intende essere interlocutore con i palazzi del potere perché siano affrontati i problemi urgenti  della gente che soffre. Basta parole. Hanno portato al massimo il debito pubblico, non sarà la fine del mondo se aumenterà per aiutare milioni di famiglie a non soffrire la fame. Milioni di pensionati a non essere più mortificati da quel minimo che gli viene garantito che non basta per mangiare due volte al giorno. Questo Governo qualcosa ha fatto, è vero. Ma non quello di cui hanno bisogno milioni di persone.

Ci sono tante polemiche, tanti inutili pettegolezzi sul privato di Francesca Pascale. Non soltanto inutili, anche frutto di fantasia. Non solo fantasia, ma anche fantasia malata. Non lo dico perché la conosco bene e ritengo di essere suo amico. Lo dico per lealtà. Lei rischia di pagare quello che io ho pagato, quello che qualcuno che emerga paga: l’invidia. Ma con la “I” maiuscola. A tutti questi nemici più o meno occulti, regalo un proverbio che vi consiglio di utilizzare:. In siciliano “megghiu nvidiati che picciati” che vuole dire: “meglio invidiati, che compatiti”. Vi piace?

Annunci

Un pensiero su ““megghiu nvidiati che picciati… ”

  1. giusto il sopralluogo in forma anonima a lampedusa, è il modo migliore per capire come stanno veramente le cose. e se gli scafisti foraggiaggero un basista sull’ isola?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...