L’elettore deve poter scegliere il proprio candidato.

Buongiorno. Oggi riflettiamo sul rispetto che si deve alla democrazia. Il diritto di tutti a vivere in un Paese libero. Si parla di crisi di governo. C’è l’ipotesi di elezioni anticipate. La riforma elettorale è un diritto di tutti. Invocarla e non votarla è vergogna per un Paese, ripeto, che alza la bandiera della democrazia. Restiamo così appesi ai padroni dei partiti – quasi tutti – vice padroni, assistenti dei vice padroni che decidono le liste: tu sì, tu no, tu vedremo. E, spesso, chi crede di poter avere un ruolo in parlamento deve andare col cappello in mano. E ancora più spesso pagare – anche somme notevoli – con l’alibi che sia un contributo alle spese della campagna elettorale.

L’elettore deve poter scegliere il proprio candidato. Apporre la crocetta sul nome che preferisce. Che gli dà più fiducia. Evitando quel “mercato” del quale, non sempre, ma spesso, dà spettacolo un parlamento voluto da chi comanda nei partiti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...